Clicca per aprire:

Il PREDIABETE AUMENTA IL RISCHIO DI ICTUS NEI PAZIENTI CON FIBRILLAZIONE ATRIALE NON VALVOLARE (FANV)