Cardiologia Italiana del Territorio

Novità’ dalla letteratura

//Novità’ dalla letteratura
- 02/2018

Efficacia della terapia con statine sulla prevenzione della sindrome coronarica acuta di nuova insorgenza in pazienti con artrite reumatoide

febbraio 2018|News, Novità’ dalla letteratura|0 Comments

Efficacia della terapia con statine sulla prevenzione della sindrome coronarica acuta di nuova insorgenza in pazienti con artrite reumatoide Nei pazienti con artrite reumatoide (AR) il processo aterosclerotico, per motivi non completamente chiariti, è accelerato rispetto alla popolazione generale. I fattori di rischio cardiovascolari (CV) tradizionali non sono in grado di spiegare pienamente il fenomeno

- 01/2018

Silent Myocardial Infarction and Long-Term Risk of Heart Failure The ARIC Study

gennaio 2018|News, Novità’ dalla letteratura|0 Comments

Silent Myocardial Infarction and Long-Term Risk of Heart Failure The ARIC Study L'infarto miocardico silente è associato a un aumentato rischio a lungo termine di insufficienza cardiaca (IC). Sebbene l'infarto silente rappresenti circa la metà del numero totale di infarti miocardici (IM), il rischio di insufficienza cardiaca tra i pazienti con infarto silente non è

- 01/2018

MENOPAUSAL AGE,POSTMENOPAUSAL HORMONE THERAPY AND INCIDENT FIBRILLATION ATRIAL

gennaio 2018|News, Novità’ dalla letteratura|0 Comments

Menopausal age, postmenopausal hormone therapy and incident atrial fibrillation Esistono dati limitati sulla associazione tra menopausa e fibrillazione atriale (FA). Un recente studio ha esaminato la possibile relazione esistente tra età della menopausa, terapia ormonale postmenopausale e l’incidenza di FA. Sono stati raccolti i dati di poco meno di 40.000 donne del The woman’s healt

- 12/2017

Prevalence and predictors of dual antiplatelet therapy prolongation beyond one year in patients with acute coronary syndrom

dicembre 2017|Linee guida, Novità’ dalla letteratura|0 Comments

L e attuali linee guida per l'infarto del miocardio (MI) e le sindromi coronariche acute non ST elevato (NSTE-SCA) suggeriscono, come strategia di routine, l'uso della doppia antiaggregazione (DAPT, aspirina e un inibitore P2Y12) fino ad un anno dall'evento per poi proseguire con un solo antiaggregante,solitamente aspirina.  Sub-analisi di trial randomizzati controllati avevano suggerito che

- 11/2017

Non-O blood groups associated with higher risk of heart attack

novembre 2017|News, Novità’ dalla letteratura|0 Comments

Non-O blood groups associated with higher risk of heart attack Cardiovasc J Afr. 2017 May-Jun; 28(3): 195. Secondo una ricerca presentata all’Heart Failure 2017 e al 4° Congresso mondiale sull’Insufficienza Cardiaca il gruppo sanguigno diverso da O, ovvero A, B e AB, è associato ad un rischio incrementato di infarto del 9 %. Lo dimostra

- 10/2017

Adverse cardiovascular outcomes in atrial fibrillation: Validation of the new 2MACE risk score

ottobre 2017|News, Novità’ dalla letteratura|0 Comments

La fibrillazione atriale (Fa), oltre agli eventi tromboembolici, può predisporre ad eventi avversi cardiovascolari (MACE) attribuibili alla malattia coronarica, incluso l'infarto miocardico (MI). E’ stato proposto, recentemente, un nuovo punteggio di rischio, 2MACE, per aiutare ad identificare i pazienti affetti da fibrillazione atriale a rischio di MACE. Lo score di rischio assegna 2 punti alla

- 09/2017

Coffee drinking and mortality in 10 europeans countries

settembre 2017|News, Novità’ dalla letteratura|0 Comments

Coffee Drinking and Mortality in 10 European Countries: A Multinational Cohort Study. “ dottore, quanti caffè posso bere al giorno ?” Il caffè è tra le bevande più comunemente consumate e nel mondo ogni giorno si bevono oltre due miliardi di tazze. I medici ne parlano, solitamente, per invitare i pazienti alla moderazione, in modo

- 07/2017

Somministrazione Statine

luglio 2017|Novità’ dalla letteratura, Senza categoria|0 Comments

  L’obiettivo terapeutico migliore dovrebbe stabilire i criteri cronologici ottimali di un intervento farmacologico. Seguendo l’attività biologica delle cellule precisi ritmi circadiani, esistono ore del giorno più o meno idonee alla somministrazione di farmaci specifici. Alcuni farmaci possono essere più efficaci se assunti in certe ore perché devono avere un effetto proprio nell'ora in cui

- 07/2017

I beta-bloccanti riducono la mortalità nell’insufficienza cardiaca con ridotta frazione di eiezione nei pazienti in ritmo sinusale

luglio 2017|News, Novità’ dalla letteratura|0 Comments

p Nei pazienti con insufficienza cardiaca a frazione di eiezione ridotta, in ritmo sinusale o con concomitante fibrillazione atriale, la relazione tra frequenza cardiaca e mortalità non è sufficientemente chiarita. Una recente meta-analisi (dati provenienti da 11 studi controllati randomizzati, in doppio cieco), ha esplorato l’importanza prognostica della frequenza cardiaca nei pazienti con insufficienza cardiaca

- 06/2017

Studio SMILE 4

giugno 2017|News, Novità’ dalla letteratura|0 Comments

Nel studio SMILE-4 (Clin. Cardiol. 35, 7, 416-423, 2012), studio multicentrico europeo randomizzato in doppio cieco per gruppi paralleli, era stata confrontata l’efficacia e la sicurezza di due ACE-inibitori, zofenopril (60 mg/die) e ramipril (10 mg/die) in associazione con ac. acetilsalicilico (ASA) a basso dosaggio (100 mg/die) in 771 pazienti che presentavano una disfunzione ventricolare